Nuoto paralimpico, Menciotti e Scortechini bronzo agli Europei

lunedì 17 Maggio 2021

Ai campionati Europei di nuoto paralimpico a Madeira, in Portogallo, in un tripudio di medaglie italiane e record i nostri atleti paralimpici continuano a dare un valido contributo per l’Italia saldamente in testa al medagliere. Alessia Scortechini e Riccardo Menciotti impegnati nei 200 misti della categoria S10 sono saliti sul gradino, entrambi terzi.

La medaglia di Menciotti è una conferma che bissa il bronzo dell’edizione precedente anche se allora il quarto posto al tocco si trasformò in bronzo grazie ad una squalifica. Il tempo di Riccardo,  è di pochi decimi superiore al personale e conferma l’attuale stato di forma. Menciotti, che ha toccato in 2’20”62, ha messo subito le cose in chiaro con una gara a trazione anteriore che la visto presto terzo per poi difendere il vantaggio nelle due frazioni finali a lui meno consone. Oro per il belga Jarno Thieren con 2’33”59 e argento per il polacco Alan Ogorzalek con 2’23”44.

Alessia che sta scoprendo nuove frontiere si è regalata una medaglia del tutto nuova per lei che non nasce mistista ma che grazie al notevole progresso a rana l’ha resa competitiva almeno per quello che è l’attuale livello nel vecchio continente. Un passaggio folle a farfalla ma di buon auspicio per la gara dei 100 l’ha proiettata in testa alla gara; nel dorso si è ritrovata quarta ma ha saputo reagire con la nuova rana e l’adorato crawl che le ha consegnato questo inedito bronzo. La nuotatrice romana del CC Aniene ha toccato in 2’38”16 dietro all’ungherese Bianka Pap prima in 2’27”31 e alla polacca Oliwia Jablonska argento con 2’33”99.

Nella foto, Riccardo Menciotti