Nuoto paralimpico, Karim Gouda firma il record del mondo nei 200 dorso in vasca corta

martedì 26 Ottobre 2021

L’atleta paralimpico Karim Gouda è il novo primatista del mondo dei 200 dorso in vasca corta della categoria S11, quella riservata ai non vedenti. A Riccione, nel corso del decimo meeting Città di Riccione, il non ancora diciassettenne atleta del Circolo Canottieri Aniene ha nuotato in 2’40”04 abbassando il precedente limite di 15 secondi. Difatti, lo spagnolo Javier Goni nel lontano 2006 ha realizzato 2’54”85.

Gouda, seguito con passione e professionalità da Daniele Naldi, è passato ai 100 in 1’18”28 (record italiano) mostrando che era la gara giusta, quella che lo avrebbe condotto alla grande performance.

Karim, che nella seconda parte della gara ha realizzato 1’21”76, ha sfiorato la qualificazione per la Paralimpiade di Tokyo e, metabolizzata la delusione, ha voltato pagina e ha ripreso a lavorare per il futuro che adesso è rappresentato dal Mondiale a Funchal nel 2022.

A corollario della prestazione mondiale nei 200 dorso, Karim non si è risparmiato e ha aggiornato i suoi record nelle altre due distanze del dorso (50 e 100) ed aggiungendovi anche quello dei 100 misti. Alla fine fra batterie finali e tempi di passaggio sono stati ben sei i nuovi record italiani assoluti – che sono anche primati juniores visto che Karim ha ancora un anno da disputare come categoria – stabiliti fra sabato 23 e domenica 24 ottobre.

Questo il dettaglio:

50 dorso: 34”96 e 34”62

100 dorso: 1’18”28 e 1’15”31

100 misti: 1’21”44

200 dorso: 2’40”04.