Nuoto/Assoluti con Quadarella, De Tullio e Pilato subito campioni. Lorenzo Galossi super nei 400sl: è il miglior junior in Europa

sabato 9 Aprile 2022

A Riccione, nella Stadio del Nuoto, prima giornata dei campionati italiani assoluti UnipolSai in vasca lunga con Federica Pellegrini in versione dirigente internazionale, l’Aniene ha visto vincere tre atleti del Circolo, Simona Quadarella negli 800sl, Marco De Tullio nei 400sl e Benedetta Pilato nei 100 rana mentre Lorenzo Galossi, secondo nel 400sl, è diventato la junior più veloce d’Europa, e Leonardo Deplano anche lui secondo nei 50sl. Per i tre campioni tricolori c’è anche la conquista del pass per i campionati Mondiali di Budapest a giugno e per i campionati Europei di Roma.

Simona Quadarella, regina europea del mezzofondo, argento mondiale e bronzo olimpico, si è imposta negli 800sl in 8’24”23. «L’obiettivo principale era la qualificazione al Mondiale – ha detto la 23enne romana allenata da Christian Minotti – Forse sono partita un po’ troppo piano per aspirare ad un tempo più basso. Comunque il crono è nella mia media ad aprile. Non vedo l’ora di nuotare gli Europei davanti al mio pubblico, a casa mia. Sarà molto emozionante».

Pass anche per Benedetta Pilato che ha duellato con Arianna Castiglioni sotto al limite iridato e continentale e hanno ottenuto rispettivamente il record italiano cadette in 1’05”70 (13 centesimi sotto al primato nuotato in batteria per l’atleta del nostro Circolo) e il secondo crono di 1’06”17. Benedetta, vice campionessa iridata in vasca lunga e vasca corta nei 50, oro europeo a Budapest 2021 dove ha timbrato anche il record mondiale in semifinale (29”30), ha sfiorato di tre centesimi il primato italiano detenuto da Castiglioni. «Sono molto contenta – racconta la 17enne tarantina allenata da Vito D’Onghia – Da dicembre non sono riuscita ad allenarmi bene a causa di tanti problemi fisici. Con il 2022 ho avuto un po’ di continuità».

Un 400 da protagonisti che non ha tradito le aspettative. Marco De Tullio, atleta del CC Aniene, ha conquistato titolo e pass mondiale e continentale col personale di 3’44”47 (migliorato il precedente di 27 centesimi) e il suo compagno di allenamenti Lorenzo Galossi, anche lui un atleta dell’Aniene, è diventato il primatista europeo juniores con 3’45”93 che sbriciola il record di categoria che aveva nuotato in batteria in 3’50”04. «Sono molto contento: ho migliorato il personale. Ho disputato una buona gara e considero questo tempo un punto di partenza – ha detto il vincitore, 21enne barese, bronzo agli Europei in vasca corta e seguito da Christian Minotti – Sto crescendo costantemente».

Galossi, 16 anni da compiere il 25 maggio, continua a sorprendere. «Consolidare i risultati dei campionati giovanili e continuare a migliorare. Erano questi i miei obiettivi. Anche se questa volta neanch’io pensavo di poter nuotare un tempo così basso», ha ammesso l’astro nascente romano.

Nei 50 stile libero un super Luca Dotto (Carabinieri / Larus Nuoto) si è ripreso il titolo a quasi 32 anni in 21”86 e ha anticipato di un centesimo Leonardo Deplano.

Da ricordare anche il terzo posto di Veronica Santoni nella gara dei 5000 metri di fondo indoor in 56’28”36.

Foto di Giorgio Scala/DeepBlueMedia