News / Sport paralimpici 02 Dicembre 2019

Nuoto, 15 medaglie ai Campionati Italiani in vasca corta

La due giorni dei Campionati Italiani in vasca corta, disputati a Portici dal 30 novembre al primo dicembre, si è conclusa con un bilancio più che soddisfacente in vista della stagione paralimpica che sta per iniziare. I nostri magnifici sette hanno portato a casa 15 medaglie d’oro e 5 d’argento, oltre a 1 record europeo, 6 primati italiani assoluti e uno di categoria. I nostri tre medagliati mondiali hanno colto successi e prestazioni molto importanti.

Alessia Scortechini ha conquistato tre ori e due nuovi record italiani nello stile libero e una robusta prestazione a soli 7 centesimi dal suo record europeo nei 50 farfalla. Nei 50 dorso, invece, Riccardo Menciotti si è preso di forza il nuovo record europeo, abbassandolo di 13 centesimi (27”19) e accompagnandolo con il record italiano nei 100D e con l’oro nei 100SL. Simone Ciulli, dopo un oro e un argento nei 50 SL e nei 50 farfalla, si è “macchiato” del reato di lesa maestà, concedendosi il lusso di interrompere la striscia di imbattibilità pressocché eterna di Federico Morlacchi. Sinceramente vedere Simone primo davanti aMorlacchi è stata un’emozione unica, un brivido, una scarica di adrenalina, oltreché un viatico molto promettente per costruire una grande annata.

Gli altri 4 portacolori dell’Aniene non sono stati a guardare. Federico Bassani ha finalmente aggiornato il suo record dei 100 rana e vinto anche i 100 sl, con il corollario di un buon argento nei 50. Karim Gouda ha fatto suoi i 50 e i 100D con addirittura tre record assoluti in due gare, dato che nei 100 si è concesso lo sfizio di passare ai 50 più forte del record stabilito in mattinata. Due ottime gare, infine, per Gioele Ciampricotti (oro nei 50 e 100SL) e Marika del Mastro (titolo nei 100 farfalla). Fra 15 giorni si replica con il meeting internazionale di Brescia in vasca da 50 metri, prima occasione per chi cerca conferme e vuole scalare il ranking paralimpico.