Trofeo Arcipelago Toscano e Premio Carlo Marincovich, le premiazioni all’Aniene

giovedì 17 Giugno 2021

Con l’ultimo atto ufficiale della cerimonia di premiazione al Circolo Canottieri Aniene, effettuata sull’argine del Tevere, va in archivio una bellissima edizione del Trofeo Arcipelago Toscano 2021. Luduan 2.0 – C.C. Aniene, Grand Soleil 48 di Enrico de Crescenzo si aggiudica il Trofeo Arcipelago Toscano. Super G, Grand Soleil 43 di Alessandro Giannattasio vince il Trofeo delle Isole. Nella categoria “Per 2” successo di Loli Fast Sun Fast 3600 di Davide Paioletti.

Alla cerimonia sono intervenuti, con il Presidente del Circolo, Massimo Fabbricini, Alessandro Maria Rinaldi, socio Benemerito nonché Presidente del Trofeo Arcipelago Toscano insieme ai Presidenti dello YCSS Piero Chiozzi, del CNVA Claudio Boccia e dello YCPA Alessandro Masini, organizzatori del Trofeo e al Presidente dell’UVAI Fabrizio Gagliardi.

La consegna dei premi è stata preceduta dalla premiazione del Premio Carlo Marincovich 2020, dedicato a chi, con le proprie opere contribuisce alla diffusione della cultura del mare, condotta dalla Presidente della Giuria, Patrizia Melani Marincovich.

La sesta edizione del Circuito TAT si è sviluppata su tre manifestazioni di Vela d’Altura che valevano un totale di 370 equipaggi con più di duemila velisti per circa 300 miglia complessive su percorsi estesi tra le isole toscane. Le imbarcazioni hanno navigato tra la fine di aprile e i primi giorni di giugno in quello che rappresenta uno degli arcipelaghi più spettacolari del Mediterraneo.

Annullata la Pasquavela, organizzata dallo Yacht Club Porto Santo Stefano che si è visto costretto a cancellare la prova per le note restrizioni nei giorni di Pasqua, la prima prova del Trofeo Arcipelago Toscano che si è disputata quest’anno è stata La Lunga Bolina & Coastal Race – Trofeo Banca Aletti promossa dal Circolo Canottieri Aniene, partita da Riva di Traiano, con passaggio per le isole di Giannutri, del Giglio, delle Formiche di Grosseto e ritorno per circa 125 miglia. Il Circuito TAT è poi proseguito con l’evento del Circolo Nautico e della Vela Argentario, la Coppa Regina Paesi Bassi, giunta alla sua 42ª edizione, con partenza e ritorno a Cala Galera passando per Talamone e Montecristo per circa 125 miglia. In ultimo, la nota 151 Miglia – Trofeo Cetilar, organizzata dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, con un’esplosione di partecipanti che, partendo da Livorno con rotta verso la Gorgona, dopo lo scoglio della Giraglia percorre il giro dell’isola d’Elba fino a sud delle Formiche di Grosseto per arrivare a Punta Ala.

• per il Trofeo Arcipelago Toscano (classifica ORC), Luduan 2.0 – C.C. Aniene, Grand Soleil 48 Race di Enrico de Crescenzo, primo classificato davanti al First 40 Tevere Remo Marevivo di Gianrocco Catalano (vincitore nel 2019) e Scheggia 3, Swan 42 di Nino Merola.

• per il Trofeo delle Isole (classifica IRC): primo classificato, Super G, Grand Soleil 43 di Alessandro Giannattasio che ha preceduto, nell’ordine, Speedster di Maria De Leo e il Kerr 46 Lisa R di Giovanni Di Vincenzo. Nella graduatoria dedicata ai X 2, alle imbarcazioni condotte da equipaggio ridotto di due sole persone, successo del Sun Fast 3600 Loli Fast di Davide Paioletti.

Luduan 2.0 – C.C. Aniene, il Grand Soleil 48 R del consocio Enrico de Crescenzo che corre con i colori del Circolo Canottieri Aniene, con un equipaggio composto in massima parte da soci e soci sportivi, ha conquistato l’ambito Trofeo Arcipelago Toscano grazie al successo riportato alla Coppa Regina Paesi Bassi, il sesto posto overall alla La Lunga Bolina e al quarto posto, sempre in classifica generale, alla 151 Miglia, che gli ha consentito di scalare la classifica del Circuito TAT e conquistare così la vittoria. Per Enrico de Crescenzo si tratta della seconda vittoria del TAT, dopo averlo conquistato nel 2017 (ma con il Grand Soleil 46 Pierservice Luduan).

«Il Trofeo TAT non solo rappresenta uno dei pochi esempi di collaborazione tra più circoli per l’istituzione di un mini circuito offshore – ha affermato Alessandro Maria Rinaldi – ma è l’occasione conviviale di far parte di una privilegiata comunità di armatori che si godono lo spettacolo naturale dello Isole Toscane. Questa premiazione associata al premio letterario e giornalistico Carlo Marincovich sui temi del mare, ha sottolineato ancora una volta il valore poetico di questo sport che scrive pagine di passione direttamente con la prua delle loro barche così come gli scrittori che hanno, attraverso le proprie opere, contribuito alla diffusione della cultura del mare in Italia».