In evidenza / Slider / Tennis 09 Dicembre 2014

TRIONFO ANIENE NELLA FINALISSIMA DEL CAMPIONATO DI SERIE A1

Dopo due giorni di sofferenza e tensione, e oltre quattordici ore di gioco, la nostra grande squadra ha trionfato nel massimo campionato di tennis aggiudicandosi al doppio di spareggio il secondo titolo italiano dopo quello conquistato nel 2010 a Rovereto.

Lo storico circolo del TC Genova 1893 è stato battuto per 4 a 3 .

L’incontro si è disputato nella splendida cornice del 105 STADIUM di Genova davanti ad un caloroso pubblico di appassionati e tifosi.

Un folto gruppo di soci , con i testa il responsabile dello Sport Aniene Massimo Fabbricini ed il dirigente della sezione Federico Feroci, oltre a familiari , amici ed allievi della scuola tennis, hanno sostenuto i nostri ragazzi fino all’ultima palla .

L’incontro si è svolto in due giornate di gara; nella prima del 7 dicembre sono scesi in campo il n.4 ed il n. 1 di entrambe le squadre, mentre il giorno successivo si sono completati i singolari ( N. 3 e 2 ) e disputati e seguire i doppi.

Il capitano Stefano Cobolli, al quale vanno grandissimi meriti per i successi conseguiti dai nostri per la dedizione e competenza dimostrata in tutto il campionato, presentava la seguente formazione:

n.1 Simone Bolelli – n. 2 Flavio Cipolla – n. 3 Matteo Berrettini – n. 4 Vincenzo Santopadre;

Toccava quindi a Vincenzo aprire le danze contro uno dei giovani emergenti del tennis italiano, il ventenne Andrea Basso, allievo dell’ex giocatore di Davis Diego Nargiso, e già n. 484 ATP.

Il nostro portacolori , che dava 23 anni di vantaggio al suo avversario, pur disputando un ottimo incontro nulla poteva per contrastare la freschezza e la tecnica del genovese che si imponeva con il punteggio di 63 63.

1 a 0 per TC Genova.

Toccava ora al macht clou della prima giornata Bolelli – Starace.

“Bole”, per nulla intimidito dal caloroso tifo contrario, imponeva sin dall’inizio il suo fantastico tennis vincendo facilmente il primo set per 62.

Nella seconda frazione di gioco Potito Starace provava a contrastare Simone alzando il ritmo da fondocampo e la percentuale nel servizio, ma sul 5 pari subiva il break decisivo ed il conseguente 75.

Risultato finale Bolelli batte Starace 62 75.

Siamo sull’ 1 a 1.

Il giorno successivo, 8 dicembre, si disputavano tutti i rimanenti incontri compreso l’eventuale doppio di spareggio, da molti addetti ai lavori pronosticato alla vigilia stante l’equilibrio dei valori in campo.

Matteo Berrettini, opposto a Francesco Picco, anch’esso con buona classifica ATP , disputava un primo set ad altissimo livello imponendosi per 63 a suon di servizi vincenti ed accelerazioni da fondo campo che sorprendevano il giocatore avversario.

Nelle successive frazioni di gioco Francesco Picco, approfittando di un calo di tensione di Matteo, aumentava sensibilmente il livello di gioco non permettendo più al nostro portacolori di rientrare in partita.

Risultato finale a favore del ligure 36 64 63 .

Per “ Mat” si è trattato della prima sconfitta su otto incontri disputati, ma rimane il suo grande merito di aver contribuito in maniera determinante alla qualificazione dell’Aniene alla finalissima.

Toccava ora a Flavio Cipolla riequilibrare le sorti dell’incontro contro un avversario, Edoardo Eremin, da prendere con le molle sulla velocissima superficie in Play it del 105 Stadium.

Flavio ancora una volta non tradiva le aspettative e riusciva a contenere, con i suoi recuperi impossibili, il gioco potentissimo del genovese imponendosi in tre combattutissimi set per 64/57 63.

Conclusi i singolari il punteggio generale era di perfetta parità 2 a 2.

I doppi vedevano le formazioni Aniene Bolelli – Berrettini e Cipolla
–Santopadre opposte rispettivamente a Basso – Picco e Starace – Motti.

Per primi scendevano in campo Simone e Matteo i quali non lasciavano scampo agli avversari vincendo in due rapidi set per 62 63.

Pronto riscatto di Berrettini, che supportato dall’esperienza e dalla tecnica di Bolelli, entrava subito in partita giocando il suo tennis migliore.

Il secondo doppio, sul punteggio generale di 3 a 2 per l’Aniene, poteva portare alla conquista dell’agognato scudetto.

Ne usciva fuori un incontro combattutissimo con continui cambi di fronte, colpi e giocate spettacolari che lasciavano con il fiato sospeso le tifoserie delle squadre.

Alla fine la spuntavano i liguri alla lotteria del super tie break
imponendosi con il punteggio finale 76- 36- 10 6.

TRE PARI. Questo il responso del campo dopo la conclusione di tutti gli incontri previsti dal regolamento.

Ciò significa una sola via d’uscita per decretare il vincitore del
Campionato: DOPPIO DI SPAREGGIO!!!!

In campo l’Aniene, dopo un consulto dei capitani Cobolli ed il grande maestro Mario Fiorini, decideva di schierare Simone Bolelli e Vincenzo Santopadre, mentre il TC Genova si affidava ad Andrea Basso e Potito Starace.

I nostri partivano a razzo portandosi in poco tempo sul 3 a 0 , ma dovevano subire il ritono degli avversari prima di giocarsi e vincere il set per 7 6 al tie brek .

Nel secondo set i liguri alzavano il livello del servizio mettendo in grossa difficoltà Santopadre in risposta era un 63 per Genova.

Tutti i giocatori in campo stavano dando il massimo con scambi spettacolari e continui capovolgimenti di fronte.

A questo punto lo scudetto veniva deciso dalla lotteria del super tie break a dieci punti.

Bolelli e Vincenzo si producevano nello sforzo finale addentando
letteralmente l’incontro ed il titolo imponendosi per 10 a 6 nel tripudio generale e la commozione di tutti i tifosi presenti.

Dopo quattro anni lo scudetto tornava all’ANIENE!!!!!!!!!!!

Parlare dei singoli sarebbe riduttivo nei confronti del gruppo che ha conseguito questo esaltante risultato frutto dell’unione di intenti di tutto il movimento tennistico del nostro Circolo che ha cementato l’unione di questi ragazzi portandoli a conseguire vittorie inaspettate e quasi sempre contro ogni pronostico sin dalla prima giornata di gare.

E’ stato bello vederenella finale i nostri giocatori, tutti affermati professionisti in campo nazionale ed internazionale protagonisti in Coppa Davis, saltare e tifare insieme con i ragazzini della scuola tennis ad ogni punto .