Calcetto / News 22 Luglio 2016

Coppa Canottieri: Aniene trionfa in Assoluti e Over 50

Il 21 luglio 2016 resterà per diversi lustri impresso nella memoria di tutti i soci dell’Aniene appassionati di calcetto. Un’impresa memorabile che coinvolge tutte le generazioni del circolo in un simbolico passaggio di consegne che sfiora sogni, tradizioni e realtà.

L’Aniene conquista la Coppa Canottieri sia Over 50 che Assoluti, centra così la Coppa Babbo Valiani per il miglior circolo nel computo complessivo delle categorie e si laurea primo circolo della storia a conquistare il “Grande Slam” nella categoria Assoluti, dopo le vittorie del Memorial Salvati, del Trofeo Circoli Storici e del Memorial Bottai.

Un momento della finale Over 50

Un momento della finale Over 50

Tutto sembrava mettersi male per la nostra Over 50. Sfavoriti da ogni pronostico contro lo spauracchio Minicucci ed i noti “stoccatori” del Circolo Canottieri Roma, i nostri veterani pagano una partenza fiacca ed incassano tre reti nei primi minuti di gioco. Ma chi troppe ne ha viste sui campi di calcetto sa che con pazienza e temperamento nessuna rimonta è preclusa. Lirosi ci tiene in partita con due gol pregevoli, si va al riposo con una rete di svantaggio e a inizio ripresa salgono in cattedra i professori. Perrone chiude e tesse, De Petris pareggia i conti e, con il vento in poppa, Di Bagno ci porta in vantaggio. Nel finale al cardiopalma l’uomo del destino è Minnetti, che castiga i suoi ex consoci con una doppietta pesantissima che fissa il punteggio sul definitivo 6-4.

aniene3

Verba docent, exempla trahunt. Le parole insegnano, gli esempi trascinano. Così sull’onda emotiva dei propri padri putativi i ragazzi degli Assoluti A scendono in campo con una carica incredibile. Favoloso l’avvio di gara dei giallocelesti sotto gli occhi di una tribuna mai vista così gremita. E’ un assalto indomito, feroce, insistito, che porta ai gol di Formilli, Manci, Di Bella, Tavano. Qualche fischio generoso consente al Parioli di accorciare le distanze dal dischetto e così si va al riposo sul 4-1.

Un momento della finale Assoluti

Un momento della finale Assoluti

Nella ripresa il Parioli cresce vertiginosamente di livello, magistralmente guidato dal campioncino Dionisi. La distanza si accorcia, il portiere avversario si trasforma in un muro, l’Aniene perde lucidità, manca troppe volte il colpo del ko e nel concitatissimo finale di gara il Parioli acciuffa un insperato 5-5, che rende necessari i supplementari. Al gol capolavoro di Tavano, che scocca un tiro imparabile diretto all’incrocio dei pali, risponde il pareggio lampo di Delieto. Sembra Italia-Germania del 1970. A quattro minuti dal termine Tavano rifiuta un probabile gol consegnando con un gesto cavalleresco il pallone agli avversari a pochi metri dalla porta. Evidentemente aveva già previsto il futuro, che lo vedeva segnare il definitivo gol-partita del 7-6 una manciata di secondi dopo.

E’ una notte di sogni, di coppe e di campioni. C’è spazio per un’improvvisa festa in piscina, nel cuore della notte. In alto c’è la luna e in bacheca, tra le coppe, una nuova stella…
(Raffaele Compagna)