Regate 11 Giugno 2013

Sezione Vela d’Altura: Goliardia e competizione alla Brindisi – Corfù con Andrea Simi & Co

L’edizione numero 28 della Regata Internazionale Brindisi-Corfù, parte con il piede giusto per trasformarsi in volano alla candidatura di Lecce e Brindisi a Capitale Europea della Cultura 2019. Ideata al fine di contribuire ad avvicinare gli abitanti dell’Europa tra di loro, la manifestazione Capitale Europea della Cultura è un’Azione Comunitaria volta a sottolineare la ricchezza, la diversità e gli aspetti comuni delle culture europee e a coadiuvare la comprensione reciproca fra cittadini europei.

A prendere il via, mercoledì mattina alle 13, un vero esempio di questa cultura : l’equipaggio “senior” del Circolo Canottieri Aniene rappresentato da un nucleo di velisti ed amici di sempre, compagni di molte avventure. Al comando di “Leucothea” , un Odissey 473 del l’armatore Andrea Simi , socio del famoso Circolo romano, insieme ai consoci Aniene Giorgio Lora, Francesco Sorricchio di Valforte, Giovanni Pocaterra, Francesco de Sanctis, e gli amici Paolo Delfini, Mario Finzi e Andrea Narracci.

“L’equipaggio di Leucothea è schierato ai blocchi di partenza, senza alcuna velleità di competere con i campioni del TP52Aniene – proclama soddisfatto il grande Andrea Simi, campione sociale 2009 e 2011, grande chef e skipper dell’Odissey 473 – ed ha imbarcato una sessantina di bottiglie, tra bianchi, rossi e champagne millesimato in onore dell’Armatore che festeggerà a bordo il suo compleanno”

Le previsioni meteo parlano di un vento in partenza sui venti nodi, ma sarà il menù a bordo a farla da padrone. Sono previsti “testaroli” al pesto, formaggi di fossa e salumi di produttori locali abruzzesi. Ai fornelli la sfida è aperta, lo spirito è quello giusto, la goliardia dei soci del Circolo Canottieri Aniene sarà la vera marcia in più in questa sfida nel mar Ionio alla volta di Kassiopi, festeggiando il 64° sigillo del Comandante Simi. Forza Aniene e buon appetito!

Non mancheranno le donne, mogli e compagne che saranno a Corfù per festeggiare con i marinai d’altri tempi del sodalizio romano.