In evidenza / Nuoto / Slider 22 Giugno 2016

Rio 2016: “voce che trema e cuore a mille”, Pellegrini riceve il tricolore da Mattarella

“Adrenalina, voce che trema e cuore a mille. Questo giorno per me è il coronamento di tanti anni di carriera”. Federica Pellegrini non ha nascosto la propria emozione nel corso della cerimonia al Quirinale che ha visto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, consegnare alla nuotatrice del Circolo Canottieri Aniene il tricolore. L’olimpionica azzurra avrà infatti l’onore di rappresentare l’Italia come portabandiera all’apertura dei Giochi di Rio de Janeiro, in programma il prossimo 5 agosto allo stadio Maracanã, proprio nel giorno del suo 28esimo compleanno.

“Sarà la mia quarta Olimpiade. Di sacrifici ne abbiamo fatti tanti, oggi siamo tutti animati da una grande passione, qualcosa che è difficile da spiegare. Ti alleni duramente per quattro anni e gli sforzi possono essere vanificati o esaltati in pochi minuti – ha proseguito Federica -. Le Olimpiadi muovono i sogni più grandi. Ci faremo coraggio a vicenda, siamo una squadra molto forte. In bocca al lupo a tutti gli atleti olimpici e anche paralimpici, siamo la stessa famiglia. Grazie all’Italia per avermi concesso il grande onore di essere la sua alfiere”, ha concluso la campionessa veneta.

Federica Pellegrini

 

Il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha fatto gli auguri alla spedizione azzurra, auspicando che gli atleti italiani possano essere un esempio anche a livello comportamentale: “Vi ringrazio per questo incontro e vi formulo il mio in bocca al lupo. Sarete molto seguiti e avrete tutti gli italiani con voi. Vi auguro di raccogliere tante medaglie, tenendo però presente che De Coubertin dava maggiore importanza ai comportamenti che ai risultati. In questo modo terrete alto il nome dell’Italia, sarete l’espressione del nostro Paese ai Giochi”.

A guidare la delegazione azzurra al Quirinale è stato il numero uno del Coni, Giovanni Malagò: “Presidente Mattarella, le prometto che i nostri atleti faranno di tutto per onorare la maglia azzurra. Quasi il 50% di loro sono donne, un record al quale siamo particolarmente affezionati. E come simbolo del nostro movimento abbiamo scelto una donna, Federica Pellegrini, per i risultati che ha raggiunto dal 2004, quando è stata la più giovane italiana di sempre a conquistare una medaglia olimpica. Siamo orgogliosi che possa essere lei a rappresentarci”.

pellegrini

 

Federica Pellegrini sarà il quinto alfiere donna nella storia azzurra dei Giochi estivi: la prima fu la ginnasta Miranda Cicognani a Helsinki 1952, l’ultima Valentina Vezzali a Londra 2012. Oro olimpico nei 200 stile libero a Pechino 2008 e argento ad Atene 2004, la campionessa del Circolo Canottieri Aniene vanta anche quattro titoli iridati e sette continentali, oltre a una miriade di altre medaglie che stanno a testimoniare una carriera da sogno. Attuale detentrice del primato mondiale nei 200 e del record europeo nei 400 stile libero, grazie all’argento ai Mondiali di Kazan 2015 è diventata la prima nuotatrice di tutti i tempi a salire sul podio iridato per la sesta volta consecutiva. Nel corso della cerimonia il presidente della Repubblica ha consegnato il tricolore anche a Martina Caironi, scelta come portabandiera dal Comitato Italiano Paralimpico.
(Giacomo Luchini)