Nuoto: Belotti e Lestingi, record stratosferici

venerdì 6 Marzo 2009

Inizio col botto per il Circolo Canottieri Aniene!
Marco Belotti dopo l'impresa (foto DEEPBLUEMEDIA.EU/by GIORGIO SCALA)La prima giornata dei Campionati Assoluti di Riccione vede scriversi due preziose pagine del nuoto italiano.

Prima Marco Belotti… in grado di nuotare in 1’46”33 i 200 stile libero (24’80, 51’78 e 1’18”98 i passaggi – quarta prestazione europea all time), confermando il grande tempo nuotato in frazione lanciata della 4×200 stile libero ai Giochi Olimpici di Pechino (1’45”82) e, soprattutto, abbassando lo storico record di Rosolino che all’Olimpiade del 2000 valse un bronzo olimpico (1’46”60, Sydney 2000)… Una gara perfetta, quella dell’allievo di Gianni Nagni, chiusa davanti a due atleti del calibro di Magnini e Brembilla.

Poi Damiano Lestingi… capace di “frantumare” il record assoluto piu’ longevo d’Italia, che di anni ne aveva ben 13 (Merisi – 1’57”70, Livorno 1996): il civitavecchiese – che da gennaio e’ tornato a difendere a tutto tondo i colori del Circolo Canottieri Aniene – scende al di sotto della soglia dell’1’57”, portando il nuovo limite italiano assoluto a 1’56”91 (27’80, 57’28, 1’27”06 i passaggi).

Per entrambi la certezza di aver ottenuto il tempo limite che vale la qualificazione anticipata alla XIII edizione dei Campionati del Mondo, in programma a Roma dal 17 luglio al 2 agosto.  
L'esultanza di Damiano Lestingi (foto DEEPBLUEMEDIA.EU/by GIORGIO SCALA)
Ottima la performance di Elena Gemo nei 100 dorso. La medaglia di bronzo europea dei 50 dorso ottiene un’importante affermazione in vasca lunga, riuscendo altresi’ a portare il nuovo record italiano assoluto a 1’00”89 (precedente Filippi 1’01”52, Riccione 2006).  Vittorie anche per Alessio Boggiatto nei 200 misti con il tempo di  2’00”03 e della 4×200 stile libero femminile con Migliori, Giacchetti, Borghetti e Pellegrini (8’08”41).

Ottimi anche gli argenti di Mattia Aversa nei 200 dorso (personale in 1’58”18) e della 4×100 stile libero maschile con Benatti, Cassio, Lestingi e Belotti (3’18”66), mentre Federica Pellegrini e Lorenzo Benatti ottengono la terza piazza assoluta, rispettivamente nei 100 dorso e nei 50 farfalla.  

MARCO BELOTTI

“E’ una sensazione bellissima… credo sia ancora un sogno! E’ da tanto tempo che si voleva battere un record cosi’ importante. Gia’ nella prima frazione della 4×200 stile libero dei Giochi Olimpici di Pechino ero convinto di poter nuotare un tempo inferiore, oggi sono riuscito a farlo ed a portare a casa una vittoria davvero storica. Ci tengo a ringraziare il mio tecnico Gianni Nagni e tutta l’Aniene che, in questi anni, ha creduto in me, riuscendo a motivarmi sempre al massimo.”

DAMIANO LESTINGI

“E’ stata davvero una gara spettacolare, studiata a tavolino e realizzata alla perfezione. Ne e’ uscito un tempo storico, che abbassa un record italiano resistente ormai dal 1996 e, soprattutto, mi permette la qualificazione per i Mondiali di Roma. Sono anche molto contento che ormai tutti i primati nei 200 dorso in vasca lunga, dalla categoria ragazzi, juniores e cadetti fino a quella assoluta, mi appartengono. Da oggi si riparte alla grande in proiezione di questa importante stagione agonistica.”

GIANNI NAGNI – D.T. C.C. ANIENE

“Un inizio migliore non si poteva immaginare, sia per quanto concerne le vittorie che per quanto riguarda le qualificazioni ottenute per i prossimi Mondiali di Roma. Non posso poi che plaudere alle grandissime prestazioni offerte da Marco Belotti e Damiano Lestingi, in grado di “mettere a segno” un’impresa che ha un valore davvero importante sia per il riferimento cronometrico in se e per se’ considerato che per la longevita’ dei record migliorati.”

GIOVANNI MALAGO’ – PRESIDENTE C.C. ANIENE

“Prestazioni straordinarie di Belotti e Lestingi ed, in generale, di tutta la squadra. Si tratta di risultati eccezionali che dimostrano la qualita’ del lavoro di tutti, atleti, allenatori e dirigenti, secondo la nostra piu’ gloriosa tradizione sportiva.”
 

Ufficio Stampa

Circolo Canottieri Aniene – Sezione Nuoto

Riccione, 5 marzo 2009