Canottaggio / News 11 ottobre 2018

Niccolò Mornati scagionato: “Niente doping”

Il tribunale ordinario di Terni, chiamato a valutare la rilevanza penale della presunta assunzione di sostanze proibite da parte del Canottiere Azzurro Niccolo Mornati, per il quale si era già celebrato il procedimento sportivo, ha assolto oggi con formula piena l’atleta, difeso dall’ avvocato Francesco Colotti dello Studio Girolamo Bongiorno e Associati. A Mornati, che avrebbe dovuto partecipare alla sua quarta Olimpiade a Rio, è stata  dunque riconosciuta anche in questa sede l’assunzione inconsapevole, involontaria e come tale certamente non finalizzata ad alterare le prestazioni sportive.

“Provo sollievo – ha dichiarato Mornati –  perchè innanzi al giudice sono state riconosciute la mia buona fede e la mia lealtà. Al contempo non è stata trovata una spiegazione sull’inconsapevole assunzione. L’intera vicenda mi ha molto amareggiato, perchè sui valori della correttezza sportiva ho incentrato 20 anni della mia vita di uomo e atleta. La mia famiglia mi ha cresciuto con principi che non ammettono pratiche scorrette. Con questa sentenza, voglio con animo più sereno possibile, mettere la parola fine a questa triste storia.”