Luna Rossa in trionfo: vince la Prada Cup
a bordo ci sono cinque soci Aniene

domenica 21 Febbraio 2021

È un trionfo: Ineos si è arresa. Luna Rossa ha vinto la Prada Cup, trofeo che per la terza volta a distanza di 21 anni torna in Italia. La barca italiana ha conquistato l’accesso alla finale della Coppa America, finale nella quale, sempre nelle acque di Auckland, nel Golfo di Hauraki, affronterà Team New Zealand dal 6 al 15 marzo prossimi.

Luna Rossa, sulla quale si sono cinque soci dell’Aniene, questa notte in Nuova Zelanda ha battuto per due volte di fila i britannici di Ineos chiudendo la serie sul 7-1.

Una superiorità incontrastata, che Luna Rossa ha mostrato per tutta la serie di sfide di questa finale e che prima d’ora era stato centrato da barche italiane solo due volte, nel 1992 dal Moro di Venezia e nel 2000 con la stessa Luna Rossa.

Le regate. Senza storia la prima delle due sfide di questa notte, con la prima cominciata sul punteggio di 5-1 per Luna Rossa che è partita un po’ in sordina ma, grazie alle scelte dei suoi leader, si è subito rimessa in carreggiata prendendo un buon margine di vantaggio sui britannici. Margine aumentato progressivamente fino al termine della sfida vinta con quasi due minuti di vantaggio su Ineos.

Mancava quindi un solo punto per raggiungere il traguardo. L’ottava regata è stata la più combattuta del confronto Italia-Regno Unito. Almeno fino a metà gara quando gli azzurri hanno preso don decisione il comando e hanno chiuso ancora una volta con quasi un minuto di vantaggio per festeggiare un autentico trionfo.

L’Aniene a bordo. Cinque soci del CC Aniene all’opera su Luna Rossa. Sono Umberto Molineris, ex campione italiano in 49er e atleta della squadra olimpica azzurra nel 2012; Romano Battisti, socio onorario per meriti sportivi, canottiere attualmente in forza alle Fiamme Gialle che ha conquistato nel 2 di coppia la medaglia d’argento ai Giochi di Londra 2012 e anche campione italiano per 16 volte; Jacopo Plazzi, velista che ha conquistato il bronzo europeo, Andrea Tesei che naviga da cinque anni nella classe olimpica 49er, e Vasco Vascotto che vanta 25 titoli mondiali, altrettanti italiani e 15 europei nella classi off shore.