Altri sport 11 Luglio 2011

Luini d’argento a Lucerna

LUCERNA, 10 luglio 2011 – L’Italia si tinge d’argento nelle acque del Rotsee ed anche il nostro Circolo gioisce per i risultati ottenuti a Lucerna nella terza e ultima prova di Coppa del Mondo dove nel pomeriggio di ieri il doppio pesi leggeri formato dal nostro Elia Luini e Lorenzo Bertini (Fiamme Oro) sono giunti secondi alle spalle della Nuova Zelanda.

Il due senza di Lorenzo Carboncini e Niccolò Mornati si piazza al quinto posto.

Luini e Bertini non si lasciano ingannare dalla solita partenza a mille del Canada. Il doppio leggero azzurro è prudente e intelligente nel gestire le proprie forze nei primi mille metri prima di scatenarsi nella seconda parte: i neozelandesi Uru e Taylor vincono con 2’’25 di vantaggio sulla barca italiana che stacca di quasi un secondo i danesi Rasmussen e Qvist e può così archiviare l’opaco quinto posto di Monaco di Baviera e puntare ai Mondiali di Bled (Slovenia) con ottimismo.

Dopo la bella medaglia d’argento conquistata Elia Luini traccia il bilancio del doppio pesi leggeri. “Abbiamo fatto la nostra gara, siamo venuti fuori in una finale molto difficile dove praticamente tutti gli equipaggi possiedono attualmente pari valore. Non abbiamo lasciato spazio ai nostri avversari, nei secondi mille metri abbiamo fatto la differenza. Come sempre il Canada è partito forte e poi ha pagato. Siamo stati bravi a respingere la Danimarca”. Il futuro. “Adesso vediamo di migliorare ancora nelle settimane che ci separano dal Mondiale e avvicinarci alla Nuova Zelanda ben sapendo che a Lucerna mancava uno dei due uomini della Gran Bretagna prima alle Olimpiadi di Pechino”.

 

Carboncini e Mornati puntano su una partenza veloce e nei primi 1000 metri sono in piena lotta per il podio insieme alla Grecia. Poi, però, la barca azzurra non riesce a mantenere lo stesso ritmo: la Gran Bretagna rimonta e vince la medaglia d’argento, dietro ai campioni mondiali della Nuova Zelanda e davanti al Canada vicecampione olimpico. All’arrivo Italia quinta a oltre otto secondi dal podio.

Niccolò Mornati (due senza): “Non possiamo dire di essere rammaricati, la gara di oggi era l’unica che si poteva fare per puntare al podio. Il distacco accumulato nei secondi mille metri lo avremmo probabilmente incassato nella prima parte del percorso se fossimo partiti più forte. Lucerna ci ha detto che questo è il nostro attuale valore. Ora occorre vedere se tre settimane insieme a Livigno possono fornirci ulteriore benzina”.

Al termine delle finali, sono queste le posizioni delle altre barche che vedevano coinvolti i nostri atleti: undicesimo posto per il quattro senza di Capelli, Fossi, Paonessa e Palmisano , dodicesimo invece l’equipaggio del quattro di coppia di Frattini, Venier, Stefanini e Raineri.