Canoa / News 26 agosto 2018

L’Aniene brilla ai Campionati del Mondo Assoluti e di Paracanoa

Un anno intenso ricco di emozioni, lavoro, fatica che non poteva concludersi meglio per la famiglia della Sezione Canoa. I Campionati del Mondo Assoluti e di Paracanoa ci regalano due perle eccezionali con due protagonisti della stagione giallo-blu: Eleonora de Paolis è all’esordio assoluto ad un Campionato del Mondo di Paracanoa, ha iniziato la sua avventura in canoa da poco più di un anno, costantemente seguita dai tecnici Carlo Agoletto e Fabrizio Rasicci. La sua crescita è stata da subito prepotente, ma anche ricca di insidie; un quinto posto in Coppa del Mondo, poi ai Campionati Europei un’inaspettata caduta in acqua durante la finale che stava dominando. Nelle settimane successive qualche timore di troppo con la paura sbagliare l’appuntamento più importante: la voglia di riscattarsi era davvero tanta ed Eleonora lo ha dimostrato al momento giusto. La finale mondiale in Portogallo vedeva presenti le migliori interpreti della categoria KL1 200mt, con in testa campionessa paralimpica Chippington; la gara è davvero da brividi, con una partenza non perfetta di Eleonora che però non si scompone e costruisce una rimonta che la porta al traguardo al secondo posto, dietro solamente all’atleta ucraina Mazhula. Una gioia enorme per Eleonora e per tutto il Circolo, partendo dal Dirigente della Sezione Canoa Paolo Tommasini, che da subito ha creduto nelle doti di questa fantastica ragazza; il giusto e meritato premio che corona un anno che per ora ci ha fatto vedere solo una minima parte del potenziale che può esprimere in acqua Eleonora.
Per Nicolae Craciun invece la rassegna iridata stava per diventare un miraggio, colpa di un infortunio al ginocchio che durante l’inverno ha messo a rischio tutta la stagione del nostro Nico. Anche per lui un lungo periodo di riabilitazione, monitorato costantemente dall’insostituibile fisioterapista della Sezione Nicolò Vespaziani, sempre in continuo contatto e condividendo il percorso con il Medico federale Antonio Gianfelici e tutto lo staff tecnico della Nazionale. Una rincorsa per ritrovare la giusta condizione, passando per le selezioni fino ai Campionati Europei, che però ha trovato la giusta ricompensa proprio ai Mondiali, ancora una volta con il fratello Sergiu ma stavolta anche in compagnia di Daniele Santini e Luca Incollingo, che entrano nella storia della canoa italiana conquistando una bellissima medaglia di bronzo nel C4 500mt. Una gara intensa ed estremamente equibrata che assegna l’oro agli imbattibili russi e l’argento all’Ucraina; il bronzo è al collo del quartetto azzurro solo grazie al photofinish sulla Germania.
L’anno della Sezione Canoa si chiude davvero in bellezza, anche grazie alla medaglia d’argento ai Mondiali Universitari conquistata da Andrea Sgaravatto nel C1 200 mt.
Ora per i nostri alfieri rimane la passerella dei Campionati Italiani Assoluti di Milano il prossimo 1-2 settembre, dove si cercherà di aggiornare il già ricco medagliere stagionale della squadra agonistica di questo 2018. Doverosi sono i ringraziamenti a tutto lo staff della Sezione Canoa, che quotidianamente gestisce con entusiasmo e passione un gruppo di atleti motivato ed in costante crescita.