Canottaggio: gara internazionale Memorial D’Aloia

giovedì 30 Aprile 2009

Raffaello Leonardo e Giuseppe De Vita.Ottimo bilancio per gli atleti dell’Aniene che hanno esordito nella prima gara internazionale dell’anno.

Sull’otto senior  che ha vinto  davanti all’armo russo che ha infastidito gli azzurri fino a metà gara erano schierati  i nostri Vincenzo Capelli, Lorenzo Porzio, Dario Dentale, Pierpaolo Frattini accanto ad atleti di indubbio valore  Marco Resemini, Francesco Fossi,  Romano Battisti, Lorenzo Carboncini, tim. Vincenzo Di Palma.

Imprimendo più velocità e forza nella seconda parte della gara i nostri riescono a staccare i russi che chiudono in seconda posizione davanti all’otto pesi leggeri italiano.

L'Otto protagonista al Memorial D'Aloia.Nel quattro senza senior , i nostri Giuseppe De Vita e Raffaello Leonardo accanto ad Andrea Tranquilli e Sergio Canciani hanno attirato l’attenzione del pubblico presente per essere stati protagonisti di una gara superlativa che gli ha consentito di agguantare l’argento dietro ai cechi.

L’Italia  terza fino ai mille,  sul passo ha recuperato terreno risucchiando la Serbia che credeva di aver monopolizzato la seconda posizione. Negli ultimi 500 metri gli azzurri insidiano anche la Repubblica Ceca che si difende bene dagli attacchi azzurri e sul finale poco più di due secondi dividono i tre equipaggi.

  1. Repubblica Ceca 6:15:30;
  2. Italia (Andrea Tranquilli, Sergio Canciani, Giuseppe De Vita, Raffaello Leonardo) 6:16:90;
  3. Serbia 6:17:40;
  4. Italia3 (Simone Ponti, Stefano Correale, Fabio, Infimo Rosario Agrillo) 6:27:70;
  5. Italia2 (Flavio Franceschi, Massimiliano Landi, Andrea Carmignani, Andrea Palmisano) 6:30:30

Elia Luini.Secondo successo nel doppio senior della coppia leggera Marcello Miani e del nostro Elia Luini che sfilano gli avversari transitando in seconda posizione ai primi cinquecento metri dietro alla Serbia.

A metà percorso passano primi e dettano il ritmo che diventa vorticoso fino al punto da fargli incrementare il vantaggio ed a mantenerlo fino al traguardo.

Un secondo e mezzo sulla Serbia il vantaggio finale.

 

  1. Italia 2 (Marcello Miani, Elia Luini) 6.42.70;
  2. Serbia 6.44.20;
  3. Egitto 6.49.70;
  4. Italia (Carlo Gomiero, Mario Paonessa) 6.51.00;
  5. Lituania 6.55.50; 6) Portogallo 7.03.10

Nel singolo senior, Niccolò Mornati  che ha forse  risentito dello stress del jet-leg ( è appena rientrato dall’Australia dove si è allenato per 5 mesi), concludendo al 5° posto.

  1. Lituania 7.33.00;
  2. Italia (Leopoldo Sansone) 7.41.00;
  3. Serbia3 7.42.00) ;
  4. Messico 7.42.20) ;
  5. Italia2 (Niccolo’ Mornati) 7.53.70

Nel 2° Meeting Nazionale, programmato sempre sul lago umbro il 16 e 17 maggio prossimo, capiremo meglio quali potrebbero esssere le mosse che i tecnici nazionali attueranno per migliorare o consolidare questi equipaggi.