Aniene protagonista nella Regata d’Inverno sul Po

domenica 12 Febbraio 2017

Pioggia di medaglie per gli atleti del Circolo Canottieri Aniene nelle gare, svoltesi sabato 11 e domenica 12 febbraio a Torino, della Regata Internazionale d’Inverno sul Po, ultima competizione dell’anno su distanza superiore a quella olimpica (4 mila metri), prima del ritorno a marzo ai 2 mila. Nella giornata di sabato hanno gareggiato le barche corte (1x, 2×, 2-), domenica quelle lunghe (4× e 8+).

Ludovica Serafini con Aisha Rocek

Ottimo risultato per Matteo Sandrelli e Leonardo Pietra Caprina che, all’esordio nel 2- sm, hanno centrato una bellissima vittoria al termine di una grande prova che li ha visti staccare i più immediati inseguitori di ben 18″. Un equipaggio che promette bene in chiave Under 23 nazionale. Anche nel 2- sf c’è la firma dell’Aniene. Ludovica Serafini si riprende la specialità in cui ha dominato l’anno scorso insieme a Carmela Pappalardo (ora negli Usa a remare e studiare), questa volta in coppia con una giovane promettente della Canottieri Lario, Aisha Rocek. I 33 secondi di distacco inflitti alle avversarie rappresentano un buon punto di partenza per il prosieguo della stagione.

Gran bel risultato anche per Giovanna Schettino che, pur avendo intrapreso la strada dei pesi leggeri, si è cimentata nel singolo sf contro le più grandi e le più pesanti, ottenendo un brillante terzo posto in una gara dominata dalla fortissima ucraina Dymchenko. Un pizzico di delusione, nonostante una gran bella prova, per Eugenia Masotta e Giordana Marsili, quarte a pochi secondi dal podio. Il doppio sm di Luca Armani e Massimiliano Terramoccia, qui per fare esperienza e cercare di mettersi alla pari con i compagni più navigati, ha chiuso con un buon nono posto. Nel singolo sm Leonardo Calabrese e Jacopo Migliaccio non sono riusciti ad andare rispettivamente oltre l’ottavo e il tredicesimo posto.

Giovanna Schettino

Quella di domenica è stata una giornata particolare, con due equipaggi tutti Aniene (8+ jm e 4x sm) e alcuni dei nostri migliori atleti (Antonio e Giovanna Schettino, Ludovica Serafini e Ottavia Ravoni) sparsi in diversi equipaggi misti, ognuno come capovoga della sua barca.

Antonio Schettino, capovoga del nuovo 8+ junior della nazionale italiana, ha confermato di aver iniziato la stagione con il piede giusto guidando la sua barca a una netta vittoria in una gara in cui la forte Germania si è addirittura piazzata quarta. Nella stessa specialità il nostro 8+ jm, orfano appunto di Antonio e dell’infortunato Nicolò De Sangro e con a bordo i due giovanissimi (categoria ragazzi) Niccolò Klinger e Daniele Nardella, ha ben figurato piazzandosi settimo.

Anche Ottavia Ravoni, capovoga dell’8+ junior della nazionale femminile, ha ottenuto il primo posto con un equipaggio appena assemblato. Sfida all’ultimo respiro, invece, per Ludovica Serafini e Giovanna Schettino, alla guida di un misto con la Lario per la prima e con il Saturnia per la seconda. Alla fine a spuntarla è stato l’equipaggio di Giovanna per soli 45 centesimi: oro e argento per le due atlete dell’Aniene. Non brillante, infine, la prova del nostro 4x sm di Matteo Sandrelli, Leonardo Calabrese, Massimiliano Terramoccia e Luca Armani che non sono andati oltre l’undicesimo posto in una specialità che comunque non è la loro.