Campionati Italiani di fondo, 5 medaglie per l’Aniene

lunedì 21 Novembre 2016

Grandi soddisfazioni per i nostri colori sono arrivate dai Campionati Italiani di fondo di canottaggio, disputati domenica 20 novembre a San Giorgio di Nogaro. Il bilancio finale per il Circolo Canottieri Aniene è di 5 medaglie: tre d’oro, una d’argento e una di bronzo.

Michele Zacchilli e Francesco Scoppola

Michele Zacchilli e Francesco Scoppola

I primi a scendere in acqua sono stati gli equipaggi del due senza ragazzi. Delle tre coppie Aniene in gara nei 6000 metri previsti, Michele Zacchilli e Francesco Scoppola si sono dimostrati superiori agli altri, riuscendo ad aggiudicarsi un bel bronzo a sei secondi dai campioni d’Italia 2016 su distanza olimpica della Monopoli 2005 e a meno di due dalla Canottieri Firenze. Una bella soddisfazione per Michele e Francesco, alla prima gara in questa specialità. Ginesi-Antonetti e Farina Dusmet-Suarez si sono dovuti accontentare rispettivamente del settimo e del tredicesimo posto in una gara comunque molto competitiva.

E’ stata poi la volta di Carmela Pappalardo nel singolo Under 23. La nostra atleta è riuscita ad imporsi sulle avversarie aggiungendo un ulteriore sigillo alla sua straordinaria stagione.

Carmela Pappalardo

Carmela Pappalardo

Nell’ultimo blocco di gare, a causa della scarsa visibilità dovuta alla nebbia nella prima parte di tracciato, il percorso è stato accorciato a 3000 metri. I nostri ragazzi hanno saputo ugualmente esprimere al meglio le loro qualità. Giovanna Schettino è riuscita a vincere l’oro in una gara che purtroppo non ha visto il confronto con la campionessa del Mondo Clara Guerra, assente all’ultimo momento. Comunque una bella soddisfazione per Giovanna e anche per le sue compagne Giordana Marsili (quinta) ed Eugenia Masotta (settima), che hanno ben figurato in una specialità nuova per loro.

Giovanna Schettino

Giovanna Schettino

 

 

Un po’ di rammarico invece, nonostante un’ottima prova, per Antonio Schettino e Nicolò De Sangro, che nel due senza junior si sono piazzati secondi a un solo decimo dai primi: un riscontro cronometrico quasi incredibile in una gara che ha fatto registrare il tempo finale di 12’29″. Chiude in bellezza Matteo Sandrelli (nella foto d’apertura), che si conferma padrone del singolo junior sulle distanze lunghe con una bellissima prestazione che vale l’oro. Con il passaggio alla categoria Under 23 la concorrenza diventerà più dura, ma le prospettive di crescita sono ottime.

 

Antonio Schettino e Nicolò De Sangro

Antonio Schettino e Nicolò De Sangro