Mondiali in vasca corta/Matteo Rivolta, la farfalla è di bronzo

martedì 21 Dicembre 2021

Due medaglie di bronzo ai Mondiali in vasca corta di Abu Dhabi con la 4×50 mista maschile e Matteo Rivolta col record nei 50 farfalla conquistano il bronzo nella quinta giornata del Mondiale in vasca corta di Abu Dhabi per gli atleti del CC Aniene.

Nella staffetta, dopo la prima frazione di Lorenzo Mora – che non è riuscito a ripetere il tempo per l’argento iridato e ha lasciato 34 centesimi in vasca in 23”24, Nicolò Martinenghi ha recuperato una posizione e in 25”30 ha dato il cambio in quarta posizione a Matteo Rivolta, entrambi nuotatori dell’Aniene, che in 21”95 ha portato gli azzurri in zona medaglia. Nell’ultima frazione Lorenzo Zazzeri l’ha protetta in 20”29 per il conclusivo 1’30”78. Oro ex-aequo per la Russia, campione uscente e vicecampione europea, e Stati Uniti col tempo di 1’30”51.

«Sapevamo che era difficile vincere – ha affermato Martinenghi, argento nei 100 rana e bronzo con le 4×50 mista mixed e 4×50 mista – Abbiamo disputato una buona gara. Contentissimi per la medaglia e per il record del mondo salvo».

Matteo Rivolta si è confermato. Campione a 30 anni, in 48 ore Matteo ha condensato una carriera che definisce «meravigliosa, piena di alti e bassi, un percorso movimentato con tante sfide esaltanti». Il delfinista milanese del nostro Circolo allenato da Marco Pedoja ha avvicinato il muro dei 22 secondi portando il record italiano a 22”02 e conquistando il bronzo nei 50 dopo lo straordinario oro nei 100. «Sono molto contento della prestazione; tre centesimi in meno sarebbe stato ancora più bello, ma dopo la staffetta di mezz’ora fa (bronzo, ndr) dove avevo nuotato contratto e senza essere riuscito a esprimermi al meglio, ho cambiato passo mentalmente e a disputare una gara molto bella».

Hanno superato il turno, seppur con ambizioni diverse, anche Nicolò Martinenghi nei 50 rana, Elena Di Liddo nei 100 farfalla e Silvia Di Pietro nei 50 stile libero.

Nella foto di Giorgio Perottino / DBM, Matteo Rivolta