08 giugno 2018

A Diego Manuel Mirabella il Premio Arte Aniene

L’Aniene non è solo un Circolo di sport: si muove con amore e passione anche nel sociale e nel mondo dell’arte. Da tre anni esiste un premio, un riconoscimento che il Circolo assegna ad un artista. Quest’anno il Premio Arte Aniene, concorso nato da un’intuizione di Luigi Bonito e realizzato in collaborazione con il consocio Emmanuele Emanuele (e presidente della Fondazione Roma) e con Guido Talarico, ad essere premiato è andato al giovane Diego Manuel Mirabella, ventenne siciliano nato ad Enna. “Questo Premio è una bella scommessa vinta”, ha detto il presidente onorario del Circolo, Giovanni Malagò, mentre Massimo Fabbricini, il presidente, ha affermato che “questo Premio proietta l’Aniene nel futuro”.

Il Circolo seleziona uno tra gli artisti finalisti del Talent Prize (riconoscimento promosso da Inside Art, rivista edita da Guido Talarico) e lo invita a realizzare una mostra negli spazi dell’Aniene e donare al Circolo un’opera perché possa essere visibile a tutti i soci. Dopo Tindar e Domenico Laterza, i vincitori del Premio Aniene nel 2016 e nel 2017, lo scettro di miglior artista quest’anno è andato, come detto, a Diego Miguel Mirabella. L’artista, che si è già aggiudicato il Premio Spazio Cima al Talent Prize 2017, ha prodotto un lavoro dalla serie di mosaici But me (Tranne me), realizzati in Marocco nella città di Fez. “L’alba ti scopre nella stessa posizione” è il titolo dell’opera con la quale Mirabello ha vinto. In questo mosaico Mirabella include delle frasi poetiche e disegni, momenti terminali di una percezione significativa, coinvolgendo altre culture e persone.

Il Premio Aniene si avvale del supporto di Tesla e Marco D’Alimonte, l’Italy Country Manager dell’azienda, ha spiegato le ragioni di questo incontro coniugando il premio al lavoro della Tesla. “La nostra missione è accelerare il più possibile la qualità dell’aria e quindi della vita – ha detto il manager che produce auto elettriche del marchio di Elon Musk -. Partiamo dal comparto delle automobili e pensiamo che questa sia la scelta migliore per realizzare il nostro progetto”.

Il professor Emmanuele Emanuele, siciliano come l’artista (“Sono cittadino onorario di Enna”, ha precisato), ha coniugato il lavoro del vincitore con quello della Tesla. “Innovazione, avanguardia e creatività – ha affermato – sono elementi che accomunano i prodotti Tesla, ma anche l’attività dei giovani artisti. Qualità che caratterizzano anche il Circolo Aniene dalla sua nascita”. Il professore, che vorrebbe realizzare il Museo della Cultura siciliana a Enna, si è soffermato sul valore dell’opera di Mirabella: “Opere come la sua pongono al centro dell’attenzione la cultura del Mediterraneo che oggi è più importante che mai. Tu sei di Enna – ha aggiunto – e solo Enna poteva generare un giovane come te”.

Mirabella ha ricordato come è nata la sua opera: “Questo lavoro l’ho realizzato nel 2017. Nel mosaico ci sono frasi suggestive di un artista che guarda le cose». Guido Talarico, compagno di viaggio con il professor Emmanuele Emanuele nella scoperta dell’arte, ha ricordato che “gli artisti sono innovatori perché in un certo senso anticipano le mode e intuiscono il cambiamento prima degli altri”.